Stampa questa pagina
Giunge all'osservazione una ragazza
di 17 anni che 15 mesi prima aveva ricevuto un trapianto
di midollo allogenico da fratello per una forma ad
alto rischio di leucemia linfoblastica acuta. Un indurimento
della cute era iniziato un anno dopo il trapianto
interessando prevalentemente la superficie anteriore
del torace. L'esame obiettivo (Fig. 1) mette in evidenza
all'ispezione il prevalente interessamento della regione
mammaria, dove si nota una cute di colorito madreperlaceo,
priva di peli. I margini delle lesioni presentano
delle sottili ramificazioni e talora delle lesioni isolate di
1-2 mm. Alla palpazione la cute appare ispessita e sclerotica.
Lesioni simili sono presenti in sede sovrapubica
(riquadro, Fig. 1), dove sono più evidenti micro-papule
periferiche. Si conclude per reazione del trapianto
contro l'ospite (GVHR) con aspetti di sclerodermia
e lichen sclerosus.

Informazioni aggiuntive

  • Come citare: Eur. J. Pediat. Dermatol. 21, 124, 2011
  • Autori: Bonifazi E.
Accedi o Registrati per visualizzare il contenuto