Stampa questa pagina

L’aspergillosi primitiva della cute è una malattia non frequente; può verificarsi in pazienti immunodepressi o con soluzione di continuità della barriera cutanea e richiede l’inoculazione diretta del fungo, che di solito consegue al contatto con strumenti medici contaminati. L’infezione, che si diffonde localmente, è caratterizzata da macule, papule, placche o bolle emorragiche. Si descrive il caso di un giovane di 18 anni affetto da leucemia linfoblastica che presenta un’ulcera necrotica in corrispondenza di un catetere endovenoso.

Informazioni aggiuntive

Accedi o Registrati per visualizzare il contenuto