Stampa questa pagina
Le lesioni cutanee localizzate dovute al morso di zecca sono molto diverse andando da una lieve flogosi a reazioni infiltrative, granulomatose fino alla necrosi tissutale massiva. L’intensità delle lesioni dipende essenzialmente dal tempo di stazionamento della zecca sulla cute ed è mediata dalle sostanze vasodilatatrici, anticoagulanti, anestetizzanti presenti nella saliva della zecca.
Quando la zecca colpisce il cuoio capelluto può provocare alopecia, raramente cicatriziale in caso di necrosi massiva, più spesso transitoria; di quest’ultima sono stati descritti meno di 10 casi in letteratura. Non si conosce la causa precisa di questa alopecia, ma è stata dimostrata una miniaturizzazione dei follicoli piliferi con elevata conta di capelli in catagen e telogen (1).
Un’alopecia transitoria del cuoio capelluto può essere causata anche da altri artropodi come pulci e formiche (2).

Informazioni aggiuntive

  • Come citare: Eur. J. Pediat. Dermatol. 29, 122, 2019
  • Autori: Milano A.
Accedi o Registrati per visualizzare il contenuto