Stampa questa pagina
La vasodilatazione, comunque indotta, è un importante fattore di localizzazione anche in dermatologia. Nel bambino caratteristica è la vasodilatazione che si verifica nell’area del pannolino, per l’aumentata temperatura indotta dalla plastica esterna. Tale vasodilatazione è implicata nella localizzazione in questa sede di un maggior numero di lesioni in corso di infezioni come la varicella, di malattie costituzionali come la psoriasi da pannolino, di malattie proliferative come l’istiocitosi a cellule di Langerhans (Fig. 3).
Un’altra sede caratteristica di vasodilatazione nel bambino è il cuoio capelluto: si spiega così la localizzazione della dermatite atopica al cuoio capelluto nei primi mesi di vita e anche dell’istiocitosi a cellule di Langerhans (Fig. 4).
La vasodilatazione indotta dalle vaccinazioni nel bambino può essere responsabile di una più precoce localizzazione di infezioni generalizzate come la varicella. Le lesioni vascolari del bambino possono costituire un fattore di localizzazione per psoriasi, dermatite atopica (Fig. 5) e acne e possono talora spiegare una localizzazione asimmetrica di queste dermatosi che invece nella maggior parte dei casi si distribuiscono simmetricamente.
La vasodilatazione dell’eritema attinico può essere responsabile di una maggiore concentrazione di lesioni esantematiche ma anche di acne - acne di Maiorca (Fig. 6) - nelle sedi fotoesposte (3).
La vasodilatazione della dermatite atopica e della psoriasi possono agire da fattore di localizzazione per infezioni virali come varicella, herpes simplex, coxsackiosi, mollusco contagioso.
Bisogna anche considerare che quando in una determinata sede si verifica una vasodilatazione intensa, specie se persistente, un banale stimolo termico o di altro tipo può provocare in quella sede anche a distanza di molti mesi una vasodilatazione più intensa che altrove. Il caso attuale sembra indicare che questa tendenza a una più facile vasodilatazione persiste a lungo nel tempo.

Informazioni aggiuntive

  • Come citare: Eur. J. Pediat. Dermatol. 29, 120-1, 2019
  • Autori: Bonifazi E.
Accedi o Registrati per visualizzare il contenuto