Stampa questa pagina
Una depigmentazione a coriandoli è stata descritta in seguito a contatto con sostanze chimiche ossidanti, per esempio l’idrochinone (4), dopo laserterapia (3) ma anche nella vitiligine non segmentale (6): in questo caso la depigmentazione a coriandoli potrebbe avere un significato prognostico negativo (6). Alcuni Autori (5) sostengono che la cute vitiliginosa può depigmentarsi in due modi, ben visibili alla periferia delle chiazze: a banda di colore intermedio tra cute sana e cute vitiliginosa e a macule puntiformi ipopigmentate o completamente depigmentate centrate da un follicolo; per questo motivo chiamano quest’ultima modalità depigmentazione perifollicolare. Nel nostro caso il diametro delle macchie depigmetate multiple è uniforme (1-2) mm e simula il disegno follicolare; inoltre la presenza di infiltrato infiammatorio prevalente in sede follicolare, come già descritto in letteratura (7), avvalora l’ipotesi che la depigmentazione interessi primitivamente i melanociti del follicolo pilifero. L’interessamento primitivo e prevalente dei melanociti del follicolo pilifero è stato dimostrato nella vitiligine follicolare (1, 2), una nuova forma di vitiligine non segmentale in cui l’interessamento dei peli terminali (capelli, ciglia, ecc.) è più precoce e prevale sul modesto interessamento dei melanociti epidermici, al contrario di quanto avviene nella forme di vitiligine non segmentale classica, in cui sono interessati soltanto i melanociti epidermici, mentre quelli dei follicoli piliferi sono interessati solo in alcune forme gravi e tardivamente associate a leucotrichia.
Nel nostro caso l’aspetto apparentemente perifollicolare è singolare perché si verifica alla periferia di una chiazza di vitiligine segmentale, mentre i casi di depigmentazione perifollicolare e/o di depigmentazione a coriandoli sono stati finora descritti solo nella vitiligine non segmentale. Che una depigmentazione perifollicolare si verifichi nella vitiligine segmentale non è strano se si considera che in questa malattia, a differenza della vitiligine non segmentale, l’interessamento dei melanociti follicolari avviene precocemente e contemporaneamente a quello dei melanociti epidermici.

Informazioni aggiuntive

  • Come citare: Eur. J. Pediat. Dermatol. 28, 250-1, 2018
  • Autori: Garofalo L.
Accedi o Registrati per visualizzare il contenuto